Requisiti di ammissione

Per l’accesso al corso di laurea magistrale è richiesto il possesso di un diploma di laurea triennale, di un diploma di laurea quadriennale o di un titolo di studio equipollente conseguito all’estero, come definito nel regolamento didattico. Presupposto per l’accesso sono 1) l’accertamento dei requisiti curriculari dello studente e 2) la verifica della adeguatezza della sua personale preparazione.

Eventuali integrazioni curriculari in termini di crediti formativi dovranno essere acquisite dallo studente prima della verifica della preparazione personale. La valutazione delle adeguate capacità e conoscenze dello studente verterà sull’ambito psicopedagogico.

Le modalità di verifica della personale preparazione prevedono un colloquio obbligatorio secondo la procedura e il calendario riportati sul sito della Segreteria studenti: collegamento.

 

Le richieste di ammissione pervenute sono esaminate da apposita Commissione interdisciplinare, composta da docenti dei SSD costituitivi l’ordinamento didattico, che comunica all’interessato la stima di eventuali crediti riconoscibili per l’abbreviazione di Corso (esami conseguiti in altri Corsi universitari, certificate abilità professionali, ecc.) o indicazioni programmatiche ai fini dell’acquisizione dei requisiti di accesso. In caso di abbreviazione di Corso i candidati sono esonerati dal colloquio. Qualora non si rappresentino le condizioni per l’abbreviazione del CdS, i candidati saranno chiamati ad integrare il proprio curriculum nelle aree logica, cultura generale e metodologico-linguistica; cultura storico-letteraria; cultura socio-psico-pedagogica. Solo a seguito del superamento di specifiche prove di idoneità (colloqui) che confermino l’avvenuta integrazione curriculare e/o l’adeguatezza della preparazione personale sarà possibile cominciare a conseguire i 120 CFU previsti e registrati nel piano didattico della LM.